Appunti di poesia: Marco Rossari 

Non dirmi che per vederti 
nuda mi tocca perfino rileggere 
Neruda. Col cavolo che voglio fare con te quel che
la primavera fa con i fiori. Io
voglio farci quello che ci fa quella suonata 
di mia zia: li innaffia e poi
li butta via!

Marco Rossari, L’amore in bocca. Canzoni sconce e malinconiche, Fernandel.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...